Numero unico di emergenza 112

Il numero unico di emergenza 112 è il numero di telefono per contattare i servizi di emergenza nell'Unione Europea.
In Europa l'uso del numero 112 era già raccomandato nel 1972 dal CEPT, mentre l'Unione europea l'ha adottato nel 1991. Ora è implementato dalla quasi totalità degli Stati membri.
Nel 2004, l'Unione Europea ha deciso che, entro il 2008, il numero unico 112 avrebbe dovuto essere esteso a tutti i Paesi membri dell'UE. L'Italia però non si è adeguata alla norma: molti altri paesi, invece, a decisione comunitaria approvata (2004), si sono adeguati praticamente subito.
A novembre 2009 l'UE ha sanzionato il governo italiano per non essersi ancora adeguato alla direttiva europea. Nel dicembre successivo, dato che l'Italia non aveva ancora manifestato segnali, né positivi, né negativi, l'UE ha richiamato nuovamente l'Italia, minacciando sanzioni onerosissime.
A giugno 2010 il numero unico 112 è stato attivato anche in Italia, in "fase sperimentale", in alcune province.

Come funziona

Lo standard GSM (di origini europee) ha anch'esso designato il 112. Tale numero è così riconosciuto da tutte le reti GSM e può essere contattato anche da telefoni sprovvisti di carta SIM (sono possibili eccezioni).
Si tratta di una comodità notevole per chi viaggia, dato che in questo modo non deve conoscere i numeri di diversi Paesi. Nel caso in cui il Paese in cui ci si trova preveda un numero di emergenza diverso dal 112, la chiamata è automaticamente reindirizzata. Il numero, prendendo per esempio l'Italia, sostituirà l'attuale 112 (Carabinieri), il 113 (Polizia di Stato), il 115 (Vigili del Fuoco), il 117 (Guardia di Finanza) e il 118 (soccorso sanitario), il 1515 (Corpo forestale dello Stato) ed il 1530 (Guardia Costiera) che verranno disattivati.

[Fonti: Wikipedia e YouTube]

Potrebbero anche interessarti...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.